Home arrow Blog
Orologio
Menu principale
Home
Le Sezioni
Notizie
Blog
Cerca
Link
Contattaci Modena
Contattaci Pavullo
Contattaci Finale Emilia
Contattaci Mirandola
Calendario
Foto
Video
Forum
Materiale
eventi
contributi
avvisi
Sito Nazionale P.S.
Internazionale Socialista
Partito Socialista Europeo
Contatore
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday60
mod_vvisit_counterYesterday1483
mod_vvisit_counterThis week1543
mod_vvisit_counterThis month20259
mod_vvisit_counterAll2679610
Annunci
Un blog di tutte le sezioni senza immagini
IL FATTO NON SUSSISTE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
lunedě 03 febbraio 2020

IL FATTO NON SUSSISTE

Che il momento politico sia “particolarmente confusionario” non occorrono esperti universitari che

provvedano a dimostrarlo . La formazione di partiti e/o di nuovi movimenti parlamentari o popolari

sono continuativi . Non si ci riferisce ad impostazioni culturali , storiche e filosofiche ma bensì alla

personalità ( anche se con scarsa cultura né esperienza verificabile e dimostrata ) di persone singole che ,

con le nuove tecnologie di comunicazione , ci invadono con decine di slogan giornalieri brevi e mai dove-

rosamente giustificati .

La “COERENZA” non è più una virtù ma qualcosa da modificare anche dopo una giornata abituando il

cittadino alla superficialità delle riflessioni ed a subire ( per i giovani ) una errata educazione .

Anche la Magistratura viene utilizzata e giudicata dalla Politica a seconda dell’interesse momentaneo

del Partito nel dibattito in corso . L’aggiunta di gravi casi di corruzione anche recenti oltre a varie inizia-

tive dimostratesi , magari dopo anni , non imparziali e/o diverse a seconda del “clima politico” del

momento contribuisce alla sfiducia complessiva della popolazione.

Al tempo di “tangentopoli” qualche indagato “ NON POTEVA NON SAPERE “ mentre altri

“POTEVANO”!!?. La LEGA ha fatto sparire 49 milioni di euro ma ….. nessuno lo ricorda , nessuno è stato

Indagato e condannato perché “non poteva non sapere” !!? Salvini si permette di abbattere il governo

Conte 1° e dopo 48 ore ripropone a Di Maio di fare il governo !? Egli viene inquisito per il caso della nave

DICIOTTI ma , per solidarietà governativa (Lega-M5S), ottiene di non essere processato . Oggi per il caso

GREGORETTI , Salvini riempie per settimane Televisioni e Piazze di critiche ed invettive contro la Commis-

sione (dove è in minoranza) che intenderebbe assecondare la Magistratura !? Ma … non vero , cambia

strategia ( siamo in campagna elettorale Regionale di cui non conosce nulla come la sua candidata Borgon-

zoni ) e con una strambata improvvisa afferma di voler essere processato?!? .

Evviva la chiarezza di idee , la coerenza delle valutazioni , il rispetto delle iniziative della Magistratura … !?

Ma “il Fatto sussiste o non sussiste” ?.

Ritengo doveroso, in merito, ricordare la recente scomparsa di Filippo Penati già Sindaco di Sesto San

Giovanni (1994-2002) e Presidente della Provincia (2004-2009) poi collaboratore dell’ On. Bersani , inqui-

sito dalla Magistratura (con conseguente blocco della sua attività politica) ma poi ASSOLTO perché


“IL FATTO NON SUSSISTE “ !!? . E’ colpevolmente evidente che anche la Magistratura ha responsabilità per

questi momenti confusionari dello Stato e degli elettori .

Se “il fatto non sussiste” quali sono state le “prove” che hanno portato al processo ? Quanto è costato

allo Stato ed al portafoglio dell’imputato ? La “ Responsabilità civile dei magistrati” se esiste viene attivata

o no ?!. Se l’assoluzione fosse stata “per non aver commesso il fatto” si sarebbe riconosciuta l’esistenza

del medesimo ma, che “il fatto non sussista” non può essere accettato nel silenzio dalla politica né dalla

stessa Magistratura .


Mauro Veronesi

Direzione Provinciale PSI


 
NEGAZIONISMO – SEGRE – EINSTEIN PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
lunedě 03 febbraio 2020

NEGAZIONISMO – SEGRE – EINSTEIN

Nell’avvicinarsi del 27 gennaio “Giorno della Memoria” ( liberazione del campo di concentramento di

Auschitz ) fenomeni di “negazionismo” e di “ razzismo” si sono ripetuti ; il clima politico delle settimane

precedenti creato da attività politiche per la campagna elettorale regionale in E.R. ritengo abbia ravvivato

quei fenomeni ( scritte murali , frasi offensive anche personali , gruppi inneggianti al fascismo-nazismo …).

La Senatrice Milena Segre , tra i pochissimi reduci ancora viventi , con pazienza ed umiltà ma pure con

chiarezza e fermezza , ha risposto a tali manifestazioni partecipando ad assemblee di ogni tipo . A Lei il

ringraziamento più profondo anche per lo sforzo fisico sopportato nell’amarezza di quanto avveniva in

varie zone del Paese .

Mi permetto di cogliere l’occasione per ricordare le migliaia di italiani gettati nelle foibe jugoslave dai

comunisti di Tito non solo nel l’immediato dopoguerra .

In questi giorni è stata diffusa la percentuale di italiani che negano lo sterminio degli Ebrei ( ed altri ritenuti

non di “ razza pura “) ; sarebbero aumentati del 10% raggiungendo quota 15,6% . Trattasi di una percen-

tuale “assurda” che offre una immagine negativa umanamente e civilmente degli Italiani e che dovrebbe

trovare tutta la popolazione compatta nel rigettare il negazionismo comportandosi di conseguenza in ogni personale attività ( in famiglia, in politica , sul lavoro , nello sport … ).

Riflettendo sulla “immagine” negativa citata , dagli studi universitari effettuati (Fisica) è di certo perti-

nente ed utile una frase di Albert Einstein : “L’immaginazione è più importante della conoscenza. La cono-

scienza è limitata , l’immaginazione abbraccia il mondo “.

I genitori di Einstein erano Ebrei “non praticanti “ e nel 1879 (nascita a Ulm Germania) la situazione politica

territoriale era molto diversa ; a 17 anni non viene accettato al Politecnico di Zurigo per “carenza di cultura

generale di lingua e letteratura tedesca!!?” pur eccellendo in Fisica e Matematica !! Lavorando all’ufficio

brevetti di Berna continua a studiare e a “pensare” (pochi gli strumenti esistenti e gli esperimenti possi-

bili ) nelle ore libere . Nel 1905 pubblica articoli (ragionamenti logico-deduttivi) scientifici molto importanti

e nel 1909 ottiene la Docenza Universitaria a quel Politecnico . Uno degli articoli (erano 5 ) sarà riconosciuto

meritevole del Nobel nel 1921 (consegnato nel ’22 ) ; l’articolo riguardava l’Effetto Fotoelettrico e non la

“teoria della Relatività ristretta” per cui viene normalmente ricordato .

Nel 1914 , all’inizio della 1°guerra mondiale , pubblica il “ Manifesto agli Europei “ (suo raro esordio in poli

tica ) in cui propone la “Costituzione degli Stati Uniti d’Europa” ; da rilevare come proprio in questi giorni

l’Inghilterra esce dalla UE .!? Nel 1932 si trasferì a Princeton negli USA .

Dei suoi successivi studi e riflessioni ebbe spesso critiche ed opposizioni in particolare da scienziati alli-

neati alla politica del momento ; le sue teorie furono attaccate da francesi ed altri bollandole come

“Fisica Ebraica”(!?) o dai sovietici come “Fisica Borghese”(!?) in contrasto con gli “Studi Materialisti”(?) in

linea con l’ideologia comunista . Merita,ad esempio, ricordare il fisico Philipp von Lenard (Nobel 1905 ) che

da fervente nazista , consulente di Hitler , etichettò la teoria della Relatività come “Fisica Giudaica”!??.

Vere assurdità alla luce della Cultura e della Politica (o no) di oggi !!?

Auspico una futura scomparsa del negazionismo ed una corretta , rispettosa e realistica valutazione dei

Fatti storici ; la Democrazia lo permette , il Totalitarismo No .


                                                                                                                         Mauro Veronesi

                                                                                                                 Direzione Provinciale PSI


 
RICORDO DI UN GRANDE STATISTA: BETTINO CRAXI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
sabato 18 gennaio 2020

RICORDO DI UN GRANDE STATISTA: BETTINO CRAXI


Sono passati venti anni da quel lontano 19 gennaio 2000 in cui Bettino Craxi, leader dei socialisti italiani, si spense ad Hammamet in Tunisia, dove riparò e visse in solitudine gli ultimi anni della propria vita a seguito delle vicende che portarono alla dissoluzione della cosiddetta Prima Repubblica.

Il Partito Socialista di Modena, in occasione di questa importante ricorrenza, organizza Domenica 19 Gennaio, alle ore 11.00, a Castelfranco Emilia, presso la Sala Cultura “Gabriella Degli Esposti” (Piazza Liberazione, n° 5) un pubblico evento dal titolo “Bettino Craxi – Il ricordo e l’impegno per un’Italia giusta, positiva e rispettata”.

All’incontro, presieduto da Graziella Giovannini (Segretaria Provinciale del PSI di Modena) parteciperanno i due ex parlamentari del PSI di quegli anni Paolo Cristoni (Castelfranchese ed esponente di spicco del Partito Socialista di Modena) e Mauro Del Bue (reggiano e attualmente Direttore dell’Avanti Online).

Parteciperà all’evento Fabio Fabbri, già Senatore della Repubblica, esponente di rilievo del Partito Socialista degli anni “craxiani” e che, oltre ad essere stato anche Ministro per le Politiche Comunitarie nel corso del Governo presieduto da Bettino Craxi, ha avuto l’opportunità di conoscere da vicino il leader socialista condividendone un lungo periodo di impegno nel Partito e nelle Istituzioni.

Il 19 gennaio – ha commentato Paolo Cristoni, candidato dei socialisti nella Lista “+ Europa PSI e PRI alle elezioni regionali dello Emilia-Romagna - non potremo purtroppo essere presenti alle iniziative che si stanno organizzando ad Hammamet in quanto siamo direttamente impegnati in una difficile campagna elettorale nelle nostre terre. Abbiamo però voluto fortemente organizzare una iniziativa per ricordare un grande politico della sinistra non solo italiana ma europea e un grande statista con cui il nostro Paese non ha fatto definitivamente i conti. Bettino Craxi, con cui ho avuto l’onore di lavorare personalmente anche nella mia veste di Deputato della Repubblica Italiana dal 1987 al 1992, si impegnò per un’Italia più giusta, più moderna, più efficiente, più rispettata nel contesto internazionale. Tutti obiettivi che in quegli anni, grazie al suo impegno e all’impegno di tanti socialisti, capaci ed e tenaci, furono raggiunti e fecero dell’Italia un Paese al passo con i tempi e sicuramente migliore di quello che abbiamo conosciuto nel ventennio successivo. L’iniziativa di Castelfranco Emilia vuole essere un ricordo del grande leader socialista ma anche un contributo, piccolo ma importante, per aprire finalmente una riflessione storica e politica su un periodo che troppo frettolosamente qualcuno preferisce accantonare.”


 

 
LA LISTA “+EUROPA PSI PRI” IN PIAZZA ROMA A MODENA CON BANDIERA UE GIGANTE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedě 16 gennaio 2020


 

             LA LISTA “+EUROPA PSI PRI” IN PIAZZA ROMA A MODENA CON BANDIERA UE GIGANTE



La Lista “+Europa PSI PRI” scende letteralmente in Piazza a Modena con una bandiera dell’Europa grande 60 metri per rammentare a tutte e tutti l’importanza di essere cittadine e cittadini europei contro i sovranisti e gli euroscettici.


Il “flash mob” si svolgerà a Modena, in Piazza Roma alle ore 17 di Venerdì 17 gennaio e vedrà la partecipazione di giovani elettori e candidati della Lista “+Europa PSI PRI” del collegio di Modena per le prossime elezioni regionali.


L’iniziativa è aperta a quanti, oltre che a sentirsi orgogliosamente italiani, si sentono a pieno titolo cittadini europei e sono orgogliosi di far parte di una comunità che va oltre i confini del nostro Paese.

Scendiamo in Piazza tutti assieme con la bandiera dell’Europa per affermare con forza che desideriamo continuare a vivere in una città e in una Regione libera, aperta, inclusiva ed europea!



                                                                                                              Ufficio Stampa

                                                                                                        Lista “+Europa PSI PRI”

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 8 di 796