Home arrow Blog
Orologio
Menu principale
Home
Le Sezioni
Notizie
Blog
Cerca
Link
Contattaci Modena
Contattaci Pavullo
Contattaci Finale Emilia
Contattaci Mirandola
Calendario
Foto
Video
Forum
Materiale
eventi
contributi
avvisi
Sito Nazionale P.S.
Internazionale Socialista
Partito Socialista Europeo
Contatore
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday814
mod_vvisit_counterYesterday2919
mod_vvisit_counterThis week18047
mod_vvisit_counterThis month25286
mod_vvisit_counterAll3020515
Annunci
Un blog di tutte le sezioni senza immagini
Segreterie PSI - PRI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedì 25 giugno 2020


Le Segreterie Provinciali di PSI e PRI riunitesi per esaminare la situazione politica nazionale e locale, pur prendendo atto che persistono diverse valutazioni sul piano nazionale, confermano la volontà di proseguire insieme nella ricerca della costruzione di un'alleanza che faccia riferimento alle ultime regionali in occasione delle elezioni amministrative del comune di Vignola.

Ricordano che la politica è fatta di idee di coinvolgimento e non di esclusioni.

Le Segreterie Provinciali di PSI e PRI approveranno il programma elettorale predisposto dalle organizzazioni territoriali al fine di costruire una proposta politica più ampia riferita soprattutto dalla necessità che il Paese ha, stante la presente crisi, imboccare realmente la strada del riformismo.


 


                                 Segreterie Provinciali PSI e PRI



Modena, 23 Giugno 2020



 
QUOUSQUE TANDEM ABUTERE? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
venerdì 05 giugno 2020

QUOUSQUE TANDEM ABUTERE?

A volte non è sufficiente limitarsi a condividere: oltre a condividere, occorre anche sottolineare, confermare e rafforzare quanto è stato detto.E’ il caso di quanto ha detto e scritto il Presidente dell’ANPI Lucio Ferrari a proposito della commemorazione dei morti della cosiddetta “corriera fantasma” fatta da rappresentanti delle istituzioni locali di Mirandola e Finale Emilia a San Possidonio la scorsa settimana e a cui la stampa locale ha dato un certo risalto.

Il richiamo che il Presidente Ferrari fa alle parole del socialista Vittorio Foa nei confronti del fascista Giorgio Pisanò ci sembra non solo appropriato, ma assolutamente pertinente e fondamentale per dare il giusto significato non solo alle scelte di campo che alcuni fecero in quegli anni, ma anche ai fatti che da quelle scelte sono poi derivati.

Non è stato indifferente né può essere oggi e in futuro indifferente essere dalla parte delle libere istituzioni democratiche rispetto alla scelta di essere dalla parte del totalitarismo e della dittatura di qualsiasi tipo o colore.

In questi tempi in cui soffiano forti i venti del populismo e del sovranismo, in cui troppo spesso ed impunemente si mistificano i fatti e si usa la propaganda per rievocare presunti tempi “eroici” e per fare proselitismo, bisogna imparare a non tacere e a non far passare in silenzio chi metodicamente si adopera per rileggere a proprio uso e consumo le vicende storiche.

Diciamo questo da socialisti e da militanti di una parte politica che in epoca fascista (pensiamo, una per tutti, alla figura di Giacomo Matteotti) hanno contato e continuato a contare per lunghi anni tra le proprie fila le vittime del sopruso, dell’arroganza e della violenza.

Mettere sullo stesso piano storie e ricorrenze diverse non aiuta né a fare eventualmente giustizia di fatti accaduti nel passato né a rafforzare le istituzioni libere e democratiche nel presente né a preservarle da rischi per il futuro.

Quando poi queste “operazioni” vengono promosse e gestite da rappresentanti delle Istituzioni con tanto di fascia tricolore è giusto prendere cappello e stigmatizzare questi comportamenti.

Fino a quando tutti questi interessati paladini del passato abuseranno della pazienza e della tolleranza di quanti chiedono non di dimenticare, ma di non travisare e piegare la storia alle proprie convenienze?Bene ha fatto il Presidente Ferrari a dirlo con forza e a marcare la differenza di valori tra chi combatté per la restituzione della libertà e della democrazia nel nostro Paese e chi invece fece una scelta diversa.

Noi, come socialisti, antifascisti, democratici e repubblicani, siamo con lui con convinzione.


 
W TOBAGI. STATUTO DEI LAVORATORI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
martedì 02 giugno 2020

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Professor Veronesi inviata al Direttore di “Repubblica”


Pochi giorni fa si è , giustamente , commemorato l'assassinio di W.Tobagi e il cinquantennale della legge 300/70 nota come " Statuto dei Lavoratori " . Ho trovato palesemente strumentale ,sia alla Televisione che sui Giornali , la totale assenza di riferimenti politici importanti e DOVEROSI: i SOCIALISTI !
   W . Tobagi , Socialista cristiano , già giornalista dell' Avanti poi al Corriere della sera .
   La legge 300 fu ingegnosamente preparata dal ministro del Lavoro Giacomo Brodolini , già protagonista della riforma della Previdenza Sociale e dell'abolizione delle " Gabbie Salariali "(nel 1969) , con la collaborazione di Gino Giugni designato a Presiedere la Commissione Tecnica Operativa del Progetto ; entrambi SOCIALISTi .
Purtroppo Brodolini morì poco dopo l'istituzione della commissione (11/7/69 ) ma, il suo successore al Ministero
Carlo Donat Cattin, sostenne con coraggio e competenza il lavoro della Commissione .
Il Partito Comunista , scavalcato, a suo parere, nella rappresentanza dei Lavoratori ,intervenne  alla Camera con Gian Carlo Pajetta che, per giustificare il voto contrario "si arrampicò sugli specchi " come si suol dire .
   Egr. direttore , ricordando la verità dei fatti  ed  il Vocabolo Socialista che tutt'ora è usato in Europa e non solo nella sua eccezione di Democraticità anti comunista , distingua il Suo giornale ( che io leggo giornalmente ) per non seguire strumentalità "di parte " nè risaltare l'assenza di Cultura, di Memoria , di Competenze e... che l'attuale classe politica evidenzia in modo scandaloso .
    Ringraziando per l'eventuale attenzione , buon lavoro e cordiali Saluti.

              Mauro Veronesi  , Finale Emilia, Modena
Ultimo aggiornamento ( martedì 02 giugno 2020 )
 
CONTRIBUTI, TASSE e.......FURBETTI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedì 28 maggio 2020

CONTRIBUTI, TASSE e.......FURBETTI

In seguito alla pandemia ed ai provvedimenti deliberati “tutti” chiedono soldi .

Senza dubbio chi ha dovuto “ chiudere l’attività “ , chi deve sopportare una diminuzione

quasi totale del proprio lavoro , chi non può svolgere il proprio causa la disattività di altri

ecc.. abbisognano di sostegno . Curioso lo sforzo giornaliero di “politici” alla ricerca di categorie

dimenticate dai provvedimenti contributivi facendosi portatori , in interviste lampo televisive ,

della loro “esistenza” !

Non ho letto o sentito osservazioni sui contributi dati anche a chi , pur non avendo interrotto la

propria attività ( magari intensificata !) compare tra gli aventi diritto . Furbetti ? No se la legge lo

consente ! ma è giusto ??

Le necessità finanziarie conseguenti alla pandemia sono comunque oggettive ed urgenti .

L’espansione planetaria del Virus ha coinvolto e modificato riflessioni e posizioni politiche di molti

(ed importanti ) Stati che , inizialmente ( dopo la Cina e l’Italia ) dimostravano superficialità ed

anche un pizzico di derisione sul problema (che avevano altri e non loro !) ; nessuno lo ricorda ,nem-

meno la Stampa , mentre una “ tirata di orecchie” a qualche leader europeo e non , sarebbe giusto e

doveroso. La vanità e la superficialità quando è in gioco la vita di milioni di persone richiederebbe

comportamenti ben diversi !?

In Italia sappiamo come sta andando ; l’opposizione si oppone a tutto quanto propone il Governo ;

gli Enti-locali governati da rappresentanti di una “parte politica” si posizionano in modo contrario all’altra

“parte politica ; insomma , non è cambiato nulla nel rapporto tra i Partiti, anzi , trovano spazio i soliti

“giochetti” della normalità ! : Renzi aiuta Salvini , Meloni e Salvini coinvolgono F.I. ,restano tesi (da anni)

I rapporti tra Magistratura e Politica ed anche all’interno della Magistratura ( e non si vedono riforme)

ecc… Nessuno sembra rendersi conto che la situazione è maledettamente seria e necessiterebbe di un

comportamento adeguato tra i Partiti per supportare le necessità economiche e sociali ,vecchie e nuove .

Nessun Leader , come invece avvenne 70 anni fa , dimostra coraggio e caratteristiche da Statista ponendo,

momentaneamente , da parte la misera lotta per qualche voto in più e propone di “ fare insieme” quanto

necessario “ riappacificando la piazza” .

L’ Europa ,finalmente, “fa sul serio” proponendo provvedimenti straordinari ed eccezionali zittendo

gli anti-europei , gli anti-euro , gli anti- tutto ! Il governo annuncia in queste ore il varo di un programma

ampio e Riformista delle norme burocratiche , degli investimenti , delle norme fiscali , ecc…

Bene, se ciò avverrà e benissimo se con il consenso di tutti!? Sono pessimista .

Attenti però ai furbetti che non scompaiono mai , sia mafiosi che non . In queste settimane sono emersi

quelli delle “mascherine” e quelli del “reddito di cittadinanza” ma di certo altri saranno scoperti.

Mi permetto una proposta sul fisco poiché è bene cogliere l’occasione riformista (se vera ); eccola.

Gli Artigiani ed i Commercianti sono stati tra i più ricordati per la destinazione di contributi ; giusto ma

anche tra loro esistono i furbetti !

In quarant’anni in casa mia ( dice un amico stamattina sorseggiando un caffè al bar dopo tre mesi ed

alla giusta distanza con mascherina) sono intervenuti per circa 50 volte degli artigiani ; l’idraulico anche

un mese fa per la caldaia difettosa , l’elettricista , il falegname , il marmista (per interventi cimiteriali) ,

il giardiniere, … Nessuno mai mi ha consegnato la fattura ! Perché , per combattere l’uso del “nero” nei

servizi alle “persone fisiche” in cambio di uno sconto , non si introduce la possibilità di deduzione dell’IVA

nella dichiarazione dei redditi ? Qualche provvedimento per cercare di “sanificare” il rapporto tra cittadini

e artigiani e commercianti è necessario .

Domanda lecita ; ai competenti la risposta .

Mauro Veronesi

                                                                                                                    Direzione Provinciale PSI

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 8 di 811