Home
Orologio
Menu principale
Home
Le Sezioni
Notizie
Blog
Cerca
Link
Contattaci Modena
Contattaci Pavullo
Contattaci Finale Emilia
Contattaci Mirandola
Calendario
Foto
Video
Forum
Materiale
eventi
contributi
avvisi
Sito Nazionale P.S.
Internazionale Socialista
Partito Socialista Europeo
Contatore
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday209
mod_vvisit_counterYesterday2783
mod_vvisit_counterThis week5750
mod_vvisit_counterThis month25576
mod_vvisit_counterAll4523988
Annunci
Bocciatura del referendum PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
mercoled 16 febbraio 2022

Bocciatura del referendum: una dolorosa battuta d’arresto, ma la battaglia non finisce qui!

La Corte costituzionale ha ritenuto inammissibile il referendum che richiedeva la parziale abrogazione dell’art. 579 del Codice penale e cioè la perseguibilità per reato di omicidio di “chiunque cagioni la morte di un uomo, col consenso di lui” (cosiddetto omicidio del consenziente).

In attesa di conoscere in modo dettagliato le motivazioni della sentenza che verrà depositata nei prossimi giorni quello che ci è dato sapere, dal sintetico comunicato emesso dall’ Ufficio comunicazione e stampa della Corte costituzionale è che la Corte ha ritenuto che l’abrogazione di questo articolo non consentirebbe di garantire (“preservare”) “la tutela minima costituzionalmente necessaria della vita umana, in generale, e con particolare riferimento alle persone deboli e vulnerabili”.

Non vogliamo in questo momento addentrarci in disputazioni giuridiche in quanto noi abbiamo grande rispetto del lavoro dei giudici costituzionali e ci riserviamo di esprimerci anche nel merito quando potremo leggere quanto scritto e motivato nella sentenza.

Quello che però possiamo dire da subito, come cittadini impegnati politicamente e che hanno dato un loro contributo nella raccolta delle firme per questo referendum, è la profonda delusione per una decisione che, di fatto, non consente ai cittadini di esprimersi liberamente su questo tema con un voto diretto.

Delusione, ne siamo convinti, che non è solo nostra, ma dei tanti cittadini e cittadine, di tutte le età e soprattutto di giovane età, che durante i mesi di raccolta delle firme è letteralmente corsa ai banchetti organizzati dal Comitato promotore in collaborazione con movimenti, associazioni e forze politiche con fiducia e speranza, pensando che finalmente su questo tema del fine vita si potesse dare un segnale di novità e di libertà anche nel nostro Paese.

Questa grande speranza e questa grande fiducia oggi, questo è il dato politico, viene delusa da una decisione che vanifica la nostra proposta di referendum, ma non spegne il desiderio e la ferma volontà di quanti ritengono che, in particolare condizioni, sia inumano e immorale non consentire ad una persona di decidere del proprio fine vita nel nostro Paese.

La battaglia non finisce qui perché il tema (l’ha dimostrata la corsa consapevole e determinata ai banchetti che dicevamo prima) è un tema che le cittadine e i cittadini di questo Paese ritengono prioritario e in cima all’agenda delle cose da fare per vivere in un Paese civile. Oggi questa battaglia subisce una grave e dolorosa battuta d’arresto, ma la Politica sa che questo tema e questo diritto non è marginale e non è eludibile.

Noi, per quanto ci riguarda, continueremo a tenere viva questa battaglia con tutte le nostre forze e facciamo un appello ai cittadini e alle cittadine di Modena e del nostro Paese: quando prima o poi saremo tutti chiamati alle urne per eleggere i nostri rappresentanti in Parlamento ricordiamoci che il nostro voto sarà fondamentale per dare diritto di cittadinanza a questi temi all’interno delle istituzioni che su questo devono legiferare.

Quello che è difficile fare con un referendum si può fare con il nostro voto ed eleggendo nostri rappresentanti consapevoli, sensibili e determinati nel nostro Parlamento.

 

   Graziella Giovannini                                                       Giovanni Franco Orlando

Segretaria Provinciale PSI di Modena                        Consiglio Nazionale PSI per Modena

Commenti
NuovoCerca
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 
Security Image
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved.

 
< Prec.   Pros. >