Home
Orologio
Login Form





Password dimenticata?
Menu principale
Home
Le Sezioni
Notizie
Blog
Cerca
Link
Contattaci Modena
Contattaci Pavullo
Contattaci Finale Emilia
Contattaci Mirandola
Calendario
Foto
Video
Forum
Materiale
eventi
contributi
avvisi
Sito Nazionale P.S.
Internazionale Socialista
Partito Socialista Europeo
Syndication
Contatore
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday50
mod_vvisit_counterYesterday2641
mod_vvisit_counterThis week8182
mod_vvisit_counterThis month50
mod_vvisit_counterAll4833232
PSI: Sostegno all'appello del Prof. DE LUCA PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
venerdý 25 novembre 2022

Terapie per malattie rare a rischio: la politica e le istituzioni di Modena e dell’Emilia-Romagna intervengano. È una battaglia per il progresso, la scienza e la civiltà

Abbiamo avuto l’onore di conoscere di persona il Prof. Michele De Luca, Direttore del Centro di Medicina Rigenerativa della nostra Università, lo scorso anno, nelle magnifiche ed impegnative giornate di mobilitazione per la raccolta di firme per il referendum sull’abrogazione della norma sull’omicidio del consenziente e la promozione della libera scelta per il fine vita nel nostro Paese.

A Modena e in tutta Italia furono in quell’occasione raccolte più di un milione di firme che purtroppo non sono bastate per poter far esprimere gli italiani su questo delicato e fondamentale diritto di scelta.

Molte di quelle firme sono state raccolte per l’impegno di persone come il Prof. De Luca che, assieme all’Associazione Coscioni, si impegnano quotidianamente e personalmente a favore della libera scelta e per i diritti.

Abbiamo colto il piglio battagliero, concreto e genuino di queste persone, che al di là di qualsiasi calcolo, mettono il loro sapere a disposizione della nostra società per combattere battaglie difficili e a volte quasi impossibili.

Battaglie non solo per il diritto a lasciare la vita, quando diventa difficile, faticoso e “inumano” continuare, ma anche per aiutare le persone affette da malattie gravi e rare per avere il diritto a poter continuare a vivere.

In questi giorni impariamo che le battaglie per la vita, condotte dal Prof. De Luca e dal suo staff per consentire la ricerca e le cure tramite le cellule staminali (per cui Modena è un’eccellenza nel mondo) sono a rischio perché non possono contare sul sostegno, fondamentale, della società che fino ad oggi ha finanziato queste cure e che è stata messa in liquidazione.

Queste cure, spiega De Luca, purtroppo sono per l’azienda un costo e non sono sostenibili economicamente in quanto le malattie che vengono curate sono rare, i medicinali costosi e i pazienti da curare troppo pochi per garantire un ritorno economico.

Ci troviamo pertanto di fronte al paradosso che persone e strutture che combattono per salvare vite umane hanno le competenze e la scienza per vincere delle battaglie incredibili, ma rischiano di non poterlo fare più e di non poter aiutare chi ha bisogno di cure per sopravvivere.

Siamo qui, a Modena, in Emilia-Romagna, alla fine del 2022 (ormai quasi 2023)!

Forse, come dice il prof. De Luca, provocatoriamente, la politica e le istituzioni potrebbero impegnarsi un po' di più, magari abbandonando i “soliti teatrini” ed occupandosi di più dei problemi di persone che hanno solo avuto la sfortuna di essersi ammalate di una malattia rara.

Accanto a tanti roboanti discorsi su “rigenerazioni”, “nuove costituenti” e “rilancio della politica che affronta i problemi reali” pensiamo che una seria iniziativa che tenda la mano in modo concreto e risolutivo a questa emergenza trovando risorse e sostenendo la ricerca e la cura sia una risposta non solo dovuta, ma necessaria.

Facciamo pertanto nostro l’appello del Prof. De Luca e ci rivolgiamo direttamente alle pubbliche istituzioni di questa città e di questa regione affinché questo grido di aiuto non resti inascoltato.

       Graziella Giovannini                                                      Giovanni Franco Orlando

   Segretaria Provinciale PSI di Modena                        Consiglio Nazionale PSI per Modena

 
Iniziativa elettorale dei socialisti e repubblicani di Modena PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedý 08 settembre 2022

Elezioni Politiche – Iniziativa elettorale dei socialisti e repubblicani di Modena


I socialisti e i repubblicani di Modena organizzano Giovedì 8 Settembre, alle ore 20.30, presso la Sala “Teatro Guiglia”, in via Rismondo, n° 73 un dibattito aperto al pubblico con la presenza di DARIA DE LUCA e NICCOLO’ RINALDI, entrambi candidati al Senato nella lista “Italia Democratica e Progressista” nel collegio plurinominale dell’Emilia.


I due candidati diranno la loro opinione sulle gravi crisi che stiamo vivendo in questo periodo storico (dalla pandemia e le politiche di contenimento e prevenzione sanitaria alla guerra scatenata da Putin in Ucraina; dalla crisi energetica, conseguenza anche della guerra, con le sue ricadute economiche e sociali alla crisi climatica che sta cambiando in modo irreversibile la faccia del nostro pianeta).


Daria De Luca è Segretaria Provinciale del PSI di Reggio Emilia, laureata alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna in “Discipline Arti Musica e Spettacolo” (indirizzo Teatro), esperta in direzione artistica, progettazione, organizzazione e promozione di attività culturali e Niccolò Rinaldi è laureato in Scienze Politiche, già responsabile dell'informazione dell'Onu in Afghanistan, consigliere politico presso il Parlamento europeo, poi deputato europeo, giornalista pubblicista, attualmente presidente delle associazioni Liberi Cittadini e di LiberaItalia e responsabile della Società Machiavelli di Firenze.


Parteciperà al dibattito il Senatore socialista Riccardo Nencini, già Segretario Nazionale del PSI e Presidente della Commissione Cultura del Senato della Repubblica.



 

Segreteria Provinciale PSI






 
ELEZIONI POLITICHE 2022 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedý 08 settembre 2022


ELEZIONI POLITICHE 2022



Pandemia, guerra, crisi energetica:

il ruolo dell'Italia nel contesto globale



GIOVEDI' 8 SETTEMBRE 2022 ORE 20,30


Presso Circolo Culturale “TEATRO GUIGLIA”

Via F.Rismondo n.73 – MODENA


Intervengono

 

Daria De Luca (PSI)

e

Niccolò Rinaldi (Repubblicani Europei)


Candidati al Senato nel Collegio Plurinominale Emilia Romagna-P01 (Province di Bologna, Modena, Parma,Piacenza e Reggio Emilia per la Lista “Italia Democratica e Progressista”


Parteciperà


Riccardo NENCINI

Senatore PSI e Presidente Commissione Cultura del Senato



Saluti di


Gian Carlo MUZZARELLI

Sindaco di Modena




                 I N V I T O

 
ELEZIONI POLITICHE 2022 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedý 08 settembre 2022


ELEZIONI POLITICHE 2022



Pandemia, guerra, crisi energetica:

il ruolo dell'Italia nel contesto globale



GIOVEDI' 8 SETTEMBRE 2022 ORE 20,30


Presso Circolo Culturale “TEATRO GUIGLIA”

Via F.Rismondo n.73 – MODENA


Intervengono


Daria DE LUCA (PSI) e Niccolo' RINALDI (Repubblicani Europei)


Candidati al Senato nel Collegio Plurinominale Emilia Romagna-P01 (Province di Bologna, Modena, Parma,Piacenza e Reggio Emilia per la Lista “Italia Democratica e Progressista”


Parteciperà


Riccardo NENCINI

Senatore PSI e Presidente Commissione Cultura del Senato



Saluti di


Gian Carlo MUZZARELLI

Sindaco di Modena




                 I N V I T O

 
CI HA LASCIATI MARIO CARDONE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
mercoledý 24 agosto 2022

Si è spento all'età di 82 anni Mario Cardone, figura storica del socialismo di Sassuolo e di Modena. Alcuni anni fa, dopo aver rappresentato i socialisti in varie istituzioni ed enti sassuolesi, è stato anche Segretario Provinciale del PSI di Modena. Mario era un uomo tenace, caparbio, a volte anche burbero, ma di rara competenza soprattutto in materia economica oltre che sociale e di organizzazione sanitaria.

Quando riteneva che alcune scelte o decisioni politiche non erano chiare e condivisibili, non esitava a intervenire anche al di fuori del coro, spesso solo, ma comunque indomito.

Era un socialista autentico che ha saputo, nel lungo arco della militanza politica, coniugare la conoscenza dei problemi con la passione della politica.

Lascia un vuoto incolmabile, ma anche tanti ricordi di battaglie sociali e di indefesso impegno politico a favore della comunità.

I socialisti modenesi ti ricorderanno per sempre e si stringono al dolore della famiglia.

Ciao Mario.




                                                                                                     Segreteria Provinciale PSI

 
Appello di Art.1: coerenza o accanimento terapeutico? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
mercoledý 27 luglio 2022

Appello di Articolo 1 a ricostruire il campo progressista con il Movimento 5 Stelle: coerenza o accanimento terapeutico?


Apprendiamo dalla stampa che da Modena è partita una campagna nazionale, con tanto di raccolta firme, che ha come obiettivo quello di recuperare il rapporto con il Movimento 5 Stelle nell’ambito dell’alleanza del centrosinistra.

Ovviamente ognuno è libero di spendersi come crede per affermare la propria posizione se ne è con-vinto.

Su questa vicenda però del recupero del rapporto con il Movimento 5 Stelle non possiamo non nota-re quasi una deleteria forma di accanimento terapeutico.

Non ci sorprende che i compagni di Articolo 1, con alla testa Paolo Trande, siano dispiaciuti della rottura dei rapporti con il “Movimento 5 Stelle”. È normale: sono mesi e mesi che Trande & C in ogni occasione, con testarda coerenza, hanno continuato a dire che i grillini sono parte importante ed essenziale dell’alleanza del centrosinistra (sic).

Quello che non è facilmente comprensibile è invece la convinzione, così forte da scadere anche in una forma di presunzione, che la realtà deve essere piegata ai propri desiderata.

Segnaliamo, e questo è un fatto oggettivo, difficilmente confutabile, che la fine del Governo Draghi è stata decretata dal “lungimirante” Giuseppe Conte”. Poi Salvini e Berlusconi ci hanno messo il loro carico.

Segnaliamo inoltre che si è aperto un cantiere nel centrosinistra per costruire una coalizione capace di rendere possibile quelli che molti considerano una missione impossibile: evitare che l’Italia venga governata da un centrodestra, sovranista, populista, razzista e antieuropeo.

Questo cantiere, se vuole avere una possibilità di vittoria, deve dire agli italiani alcune cose molto chiare: 1) basta con le avventure populiste sia di destra che di sinistra; 2) recupero di un’azione politica che invece di vivere di facili slogan affronti con serietà i problemi, grandi, di un Paese che vive un momento di eccezionale gravità; 3) costruire in modo solido le condizioni per un buon governo della cosa pubblica che sappia prendersi la propria responsabilità nelle scelte a volte anche impopolari, ma necessarie per la sicurezza e lo sviluppo nazionale.

Insomma, almeno per quanto ci riguarda, si può vincere (anche contro i pronostici interessati) se in-vece di cercare di mettere assieme tutto e di più, nel modo più largo possibile, si propone agli italiani un progetto credibile, basato su forze politiche coerenti e impegnate a lavorare assieme per risolvere i problemi del Paese.

Insomma, cari compagni di Articolo 1, non è colpa di Letta, né nostra o vostra se Conte e i grillini hanno scelto di mandare a casa prima del tempo l’esperienza del Governo Draghi in un momento delicato della vita del nostro Paese.

Sarebbe invece colpa del centrosinistra se si volesse coinvolgere, a dispetto degli stessi interessati, chi da una decina di anni ha promesso di rivoltare come un calzino questo Paese e le sue istituzioni, si è autoproclamato portatore di un disegno messianico promosso da un noto comico che da tempo non fa più ridere nessuno, ha proclamato l’abolizione della povertà nel nostro Paese da un balcone, ha preso voti su parole d’ordine quali “la politica deve essere fatta in streaming”, “uno vale uno” e via dicendo.

Di tutto questo, per carità … anche NO.





                                                                                   Segreteria Provinciale PSI di Modena

 
E' il tempo del NOI! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
domenica 24 luglio 2022

COMUNICATO STAMPA

IL TEMPO DELLA SINISTRA, RIFORMISTA E PROGRESSISTA: IL TEMPO DEL NOI!

Il 25 settembre si voterà anticipatamente, questo lo si deve ad un comportamento irresponsabile e

cinico di Lega, M5S e F.I. che per interessi esclusivamente partitici hanno fatto cadere il governo

Draghi.

Dopo aver assistito ad un indegno teatrino della politica con scambio di accuse e patetiche discolpe

diventa improrogabile la realizzazione di un progetto politico da parte della Sinistra, riformista e

progressista adatto a rispondere degnamente all’esigenza del nostro Paese.

E’ il Tempo del Noi! E’ ora della buona Politica.

Trent’anni di antipolitica ha allontanato gli elettori dalle urne, il nome partito è diventato una

parolaccia a vantaggio di un populismo sfrenato e senza regole.

Occorre come sinistra, riformista e progressista ripartire dalla difesa dei beni e servizi pubblici

essenziali: Universalità del S.S.N., Scuola Pubblica, Ambiente, Lavoro e Diritti.

Dinanzi alle grandi sfide che ci attendono riteniamo imprescindibile ed improcrastinabile per la

sinistra, riformista e progressista italiana un’azione che vada ben oltre ad un semplice patto elettorale,

a favore di un progetto politico coeso ed evoluto.

Nella consapevolezza che il nuovo percorso politico non potrà che nascere dall’incontro tra

esperienze e tradizioni diverse, tutte le forze politiche dovranno certamente trovare le chiavi di volta

per definire il perimetro del tragitto da fare insieme.

La culla “ideologica” di riferimento non potrà che essere la grande famiglia europea del PSE.

Noi socialisti, come sempre, con il nostro bagaglio di esperienza, identità, storia e prospettiva ci

saremo, pronti a sostenere, ad intraprendere questo viaggio insieme a chi vorrà esserci, certi di un

fatto: e’ il tempo della sinistra, riformista e progressista.

E’ il Tempo del NOI!

                                                                                                                      Il Segretario regionale

                                                                                                                           Marco Strada

Par�to Socialista Italiano – Via della Repubblica 38, 40068, San Lazzaro di Savena (BO) – CF: 92040410372 Tel: +393801763287

Mail: info@par�tosocialistabologna.it –PEC: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo Sito Web: www.par�tosocialistabologna.

 
La scomparsa di Gian Franco Venturelli PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
sabato 23 luglio 2022

La scomparsa di Gianfranco Venturelli ci coglie tutti impreparati in questo caldo luglio modenese.

Gianfranco era uno di quei compagni che, con discrezione, pacatezza e serietà non faceva mai mancare il suo contributo. Metteva a disposizione le competenze acquisite in tanti anni di militanza nel mondo del lavoro e del sindacato con generosità e senza nulla pretendere se non il riconoscimento di essere parte di una storia, quella socialista, a cui è stato sempre legato anche quando il Partito, a Modena come altrove, è stato ridotto ai minimi termini.

Ha sempre mantenuto un filo continuo con il socialisti, ovunque essi fossero posizionati, nel PSI o altrove, rispettando le scelte di ognuno e evitando le polemiche.

Una persona per bene, che verrà sempre ricordata dai socialisti modenesi con affetto.



 

                                         Segreteria Provinciale PSI di Modena